Schede sintetiche

Tutte le Schede per data decrescente di discussione (suddivisione per Area, nei sottomenù)

PubbliTesi - La Tesi
Russian-Japanese Relations in quest for normalization: a Comparative Foreign Policies Analysis

Scheda Sintetica

Autore: Ludovico Pollastro Cruciani
Relatore: Maria Elena Cavallaro
Università: Libera Università Internazionale Studi Sociali “Guido Carli” LUISS - Roma
Facoltà: Dipartimento di Scienze Politiche
Corso: International Relations
Data di Discussione: 20/07/2018
Voto: 110 cum laude
Disciplina: History of International Relations
Tipo di Tesi: Sperimentale
Altri Relatori: Andrey Sushentsov, Riccardo Mario Cucciolla
Lingua: Inglese
Grande Area: Area Sociale

Descrizione:
La tesi analizza i rapporti bilaterali russo-giapponesi dalla fine della Seconda Guerra Mondiale, con un particolare focus sulla rilevanza dei due paesi sul piano internazionale e i loro interessi strategici.
Nel primo capitolo, sintetizzando le direttrici della strategia di politica estera russa e giapponese, articolata in tre livelli di analisi (globale, regionale e bilaterale), è stato dimostrato come gli interessi dei due paesi non sono contrastanti e, in condizioni sistemiche differenti, avrebbero potuto cooperare, così come potrebbero cooperare in futuro una volta risolta la disputa territoriale delle Isole Kurili, alla quale è dedicata il secondo capitolo.
Il terzo capitolo, infine, analizza il comportamento di Russia e Giappone di fronte a una crisi regionale come la nuclearizzazione della Corea del Nord, la quale richiede cooperazione da entrambi le parti per delineare una soluzione di lungo termine. In particolare, sebbene la cooperazione auspicata si sia rivelata inefficie ...

PubbliTesi - La Tesi
Gestione dei tumori rari epiteliali dell’ovaio: risultati di uno studio multicentrico.

Scheda Sintetica

Autore: Francesca Scomparin
Relatore: Guido Menato
Università: Università degli Studi di Torino
Facoltà: Dipartimento di Scienze Cliniche e Biologiche
Corso: Laurea magistrale a ciclo unico in Medicina e Chirurgia - Sede di Orbassano
Data di Discussione: 18/10/2018
Voto: 110 cum laude
Disciplina: Ginecologia e Ostetricia
Lingua: Italiano
Grande Area: Area Sanitaria

Descrizione:
L’obiettivo di questo lavoro è quello di creare una raccolta retrospettiva, relativa a questi tumori, analizzando dati di incidenza e di gestione diagnostico-terapeutica, al fine di creare un registro che faciliti il reclutamento di casi per studi randomizzati e che permetta di seguire le pazienti nel tempo, per valutare l’andamento della malattia in relazione al tipo di trattamento scelto.

PubbliTesi - La Tesi
Studio funzionale del CD25 nelle leucemie Philadelphia positive: un potenziale marker prognostico e target terapeutico.

Scheda Sintetica

Autore: Antonio Cartellà
Relatore: Alessandro Morotti
Università: Università degli Studi di Torino
Facoltà: Dipartimento di Scienze Cliniche e Biologiche
Corso: Laurea magistrale a ciclo unico in Medicina e Chirurgia - Sede di Orbassano
Data di Discussione: 18/10/2018
Voto: 110
Disciplina: Medicina Interna, Ematologia
Tipo di Tesi: Sperimentale
Lingua: Italiano
Grande Area: Area Sanitaria
Dignità di Stampa: Si
Settori Interessati: case farmaceutiche, laboratori di ricerca

Descrizione:
Il recettore per l’IL-2 media la crescita e la proliferazione di numerose cellule ematiche tra cui i linfociti T, le cellule NK e le cellule B. Il CD25 è espresso in molti tumori ematici e alcuni tumori solidi ma il significato di questa espressione non è noto. Questa tesi è volta a chiarirne il ruolo nella leucemia linfoblastica acuta e nella leucemia mieloide cronica, attraverso la valutazione della sua espressione e della sua localizzazione nelle cellule di pazienti affetti da queste patologie. Abbiamo valutato se vi è una correlazione tra la sua espressione e la presenza del cromosoma Ph e se la resistenza alle terapie attualmente in uso contro queste patologie può essere dovuta all’espressione di questo recettore. Questo ci ha aiutato a capire che il CD25 potrebbe essere usato come marker prognostico e target terapeutico al fine di migliorare la prognosi e aumentare la sopravvivenza dei pazienti affetti da queste forme di leucemia.

Grado di Innovazione:
a mio giudizio, particolarmente innovativa poichè ribalta la tradizionale ricerca scientifica che solitamente parte da dati ottenuti mediante esperimenti di laboratorio per poi cercare una correlazione clinica. In questo caso, siamo partiti dalla correlazione clinica per poi trovare una spiegazione laboratoristica

PubbliTesi - La Tesi
Immunonutrizione nel carcinoma ovarico: fattibilità e impatto clinico

Scheda Sintetica

Autore: Martina Barboni
Relatore: Guido Menato
Università: Università degli Studi di Torino
Facoltà: Dipartimento di Scienze Cliniche e Biologiche
Corso: Laurea magistrale a ciclo unico in Medicina e Chirurgia - Sede di Orbassano
Data di Discussione: 20/07/2018
Voto: 110 cum laude
Disciplina: Ginecologia
Lingua: Italiano
Grande Area: Area Sanitaria
Dignità di Stampa: Si

Descrizione:
La malnutrizione è una condizione frequente nei pazienti oncologici, soprattutto con diagnosi di carcinoma ovarico, che devono essere sottoposte a un intervento chirurgico demolitivo. L’immunonutrizione può favorire la risposta dei pazienti allo stress operatorio agendo sullo stato nutrizionale, infiammatorio e immunitario del paziente. Lo scopo del lavoro è stato quello di valutare le ricadute cliniche e laboratoristiche dell’immunonutrizione somministrata in fase preoperatoria a pazienti con diagnosi di carcinoma ovarico, dimostrando che l’utilizzo di immunonutrizione in fase preoperatoria sembra avere sembra avere un importante ruolo nel management delle pazienti con diagnosi di carcinoma ovarico, riducendo il rischio di complicanze post-operatorie e la degenza ospedaliera.

 
Per ulteriori informazioni sulle Tesi presentate in questo sito sotto forma di Schede Sintetiche Accededere all’Area Riservata o Registrarsi.

Informazioni aggiuntive