Schede sintetiche

Tutte le Schede per data decrescente di discussione (suddivisione per Area, nei sottomenù)

PubbliTesi - La Tesi
”Un corpo che è nostra arma e nostra vergogna”. Consultori a Torino - dall’autogestione all’istituzionalizzazione

Scheda Sintetica

Autore: Simona Amadori
Relatore: Daniela Adorni
Università: Università degli Studi di Torino
Facoltà: Facoltà di Lettere e Filosofia
Corso: Laurea Spec. in Storia
Data di Discussione: 11/07/2019
Voto: 110 cum laude
Disciplina: Storia contemporanea
Tipo di Tesi: tesi di Ricerca
Altri Relatori: Elena Petricola
Lingua: Italiano
Grande Area: Area Umanistica
Dignità di Stampa: Si
Settori Interessati: culturali, sociali

Descrizione:
La tesi ha lo scopo di valutare l’evoluzione e l’esperienza del servizio consultoriale della città di Torino. La ricerca ha inizio con quegli scenari storici, come il ’68, che hanno rivoluzionato vari soggetti sociali, soprattutto le donne. Il ‘68 infatti rappresenta un potente catalizzatore per la nascita del femminismo, anche a Torino, di cui si seguono le fasi evolutive in tutta la ricerca. In particolare, si approfondisce lo stretto legame con il femminismo radicale americano e francese: l’incontro con essi, promuove a Torino la medicina per la donna e la presa di coscienza dei soggetti femminili sui propri corpi. Dalla teoria le torinesi passano alla pratica, con l’istituzione di consultori autogestiti e autofinanziati, siti in quartieri prevalentemente proletari, che si legano molto spesso al vivace clima politico dell’epoca, caratterizzato da organizzazioni extraparlamentari e comitati di quartiere. Le vicissitudini legate all’autogestione si svolgono parallelamente alle battagl ...

Grado di Innovazione:
La tesi è una nuova fonte nell’ambito degli studi sul femminismo torinese degli anni ’70, con un particolare focus sulla questione della medicina per la donna.

PubbliTesi - La Tesi
L’Aula sorda e grigia, L’ascesa del fascismo negli atti della Camera nella XXVI legislatura

Scheda Sintetica

Autore: Luca Peschiera
Relatore: Francesco Tuccari
Università: Università degli Studi di Torino
Facoltà: Facoltà di Lettere e Filosofia
Corso: Laurea Spec. in Storia
Data di Discussione: 11/07/2019
Voto: 110 cum laude
Disciplina: storia contemporanea
Lingua: Italiano
Grande Area: Area Umanistica
Dignità di Stampa: Si

Descrizione:
Il presente lavoro si concentra sugli atti parlamentari della Camera dei Deputati della XXVI legislatura, proponendosi di analizzare l’ascesa del fascismo dall’ingresso dei fascisti alla Camera nel maggio del 1921 fino alla marcia su Roma. L’indagine si sofferma sui principali discorsi che riguardarono il fascismo durante le sessioni del Parlamento.
Il primo capitolo si compone di due parti. Nella prima si ripercorrono rapidamente gli eventi accaduti in Italia dalla fondazione dei Fasci di combattimento nel marzo del 1919 alle elezioni politiche del maggio 1921, in cui i fascisti eleggono alla Camera trentacinque deputati, per la prima volta dopo l’insuccesso del voto del novembre 1919. La seconda parte del capitolo, invece, dà un quadro generale del funzionamento della Camera durante il regno, in particolare dopo le modifiche al regolamento interno avvenute nel 1920.
Dal secondo capitolo si cominciano a trattare i resoconti stenografici dei dibattiti parlamentari. Il capitolo ...

Grado di Innovazione:
Analisi approfondita degli atti parlamentari della Camera 1921-1922. Punto di osservazione istituzionale sulla crisi del regime liberale e sull’ascesa del fascismo. Analisi dettagliata della composizione dei gruppi parlamentari, delle loro modificazioni, delle posizioni assunte nei confronti del fenomeno fascista.

PubbliTesi - La Tesi
L’ardua “Beltà”

Scheda Sintetica

Autore: Leone Pompilio
Relatore: Raffaella Scarpa
Università: Università degli Studi di Torino
Facoltà: Dipartimento Studi umanistici
Corso: Laurea Magistrale in Letteratura, Filologia e Linguistica Italiana
Data di Discussione: 10/07/2019
Voto: 110 cum laude
Disciplina: Stilistica e metrica italiana
Tipo di Tesi: di Ricerca
Lingua: Italiano
Grande Area: Area Umanistica
Dignità di Stampa: Si
Settori Interessati: Settori culturali

Descrizione:
Prosodia e ritmo del verso nella silloge zanzottiana del ’68

Grado di Innovazione:
Fornisce la scansione metrica della totalità dei testi de “La Beltà” (1968) di Andrea Zanzotto e discute fenomeni precipui ma ancor lungi dall’essere pienamente codificati della versificazione libera novecentesca.

PubbliTesi - La Tesi
Neurocognitive outcomes of childhood brain tumours: development of a new tool for the post-operative assessment of children with cerebellar mutism syndrome.

Scheda Sintetica

Autore: Giorgia Gamberini
Relatore: Marina Zettin
Università: Università degli Studi di Torino
Facoltà: Dipartimento di Psicologia
Corso: Laurea magistrale in Scienze del corpo e della mente
Data di Discussione: 07/11/2018
Voto: 110 cum laude
Disciplina: Neuropsicologia clinica
Tipo di Tesi: Sperimentale
Altri Relatori: Federica Ricci
Lingua: Inglese
Grande Area: Area Umanistica
Dignità di Stampa: Si
In Collaborazione con: Dipartimento di Neuropsichiatria Infantile, Ospedale Infantile Regina Margherita (OIRM), Torino; Centro Puzzle, Torino.
Settori Interessati: Ospedali, centri di riabilitazione neurocognitiva

Descrizione:
Tesi dell'Area Sanitaria. La Cerebellar Mutism Syndrome (CMS) è una grave complicazione che colpisce l’11-30% dei bambini sottoposti a rimozione di tumori della fossa cranica posteriore (FCP). Il sintomo principale è il mutismo cerebellare, una drastica riduzione transitoria della produzione linguistica, che tende a persistere nel tempo sotto forma di disartria, fluenza verbale ridotta, agrammatismo e deficit metalinguistici. Oltre alle difficoltà linguistiche, bambini con CMS possono manifestare anche difficoltà a livello motorio, cognitivo ed emotivo-comportamentale che possono impattare fortemente la loro qualità di vita nel lungo periodo. Ad oggi non esiste una batteria specifica per l’assessment della CMS.
L’obiettivo principale del lavoro è stata la creazione di una batteria di test neuropsicologici per l’assessment post-operatorio di bambini con tumori della FCP. Un secondo obiettivo è stata la somministrazione della nuova batteria ad un campione di pazienti per testarne la fattibilità nel delicato cont ...

Grado di Innovazione:
Particolarmente innovativa in quanto descrive la creazione di un nuovo strumento di assessment neuropsicologico che si propone di valutare la complessa sintomatologia della sindrome da mutismo cerebellare a seguito di tumori cerebrali infantili della fossa posteriore. Ad oggi infatti non esisteva ancora una batteria specifica per l’assessment post-operatorio della sindrome.

 
Per ulteriori informazioni sulle Tesi presentate in questo sito sotto forma di Schede Sintetiche Accededere all’Area Riservata o Registrarsi.

Informazioni aggiuntive