Schede sintetiche

Tutte le Schede per data decrescente di discussione (suddivisione per Area, nei sottomenù)

PubbliTesi - La Tesi
Il mitocondrio come nuovo bersaglio per il trattamento delle Malattie Mieloproliferative Croniche

Scheda Sintetica

Autore: Dorela Lame
Relatore: Daniela Cilloni
Università: Università degli Studi di Torino
Facoltà: Dipartimento di Scienze Cliniche e Biologiche
Corso: Laurea magistrale a ciclo unico in Medicina e Chirurgia - Sede di Orbassano
Data di Discussione: 14/07/2020
Voto: 110 cum laude
Disciplina: Ematologia
Tipo di Tesi: Tesi di Ricerca
Lingua: Italiano
Grande Area: Area Sanitaria
Dignità di Stampa: Si

Descrizione:
Le malattie mieloproliferative croniche cromosoma Philadelphia negative (MPN Ph-) sono suddivise in: trombocitemia essenziale (TE), policitemia vera (PV) e mielofibrosi primaria (MFP). Ad oggi, l’unica terapia curativa delle MPN è il trapianto di cellule staminali utilizzato in una bassa percentuale per via dell’elevata mortalità. Per cui, è importante identificare nuovi target terapeutici, uno dei più studiati è la proteina BCL-XL, la quale si trova sulla membrana mitocondriale esterna e ha come funzioni principali la differenziazione della linea mieloide e la regolazione dell’apoptosi. Nel presente lavoro, abbiamo studiato l’espressione della proteina BCL-XL in diverse popolazioni cellulari di pazienti con MPN, mettendo in evidenza, per la prima volta, il suo ruolo come marcatore di severità clinica tra i sottotipi di MPN. Inoltre, abbiamo dimostrato che PV e MFP potrebbero beneficiare dall’inibizione di entrambe le vie di segnalazione JAK2 e BCL-XL.

PubbliTesi - La Tesi
Fondazione Otonga: educare alla coscienza ecologica.

Scheda Sintetica

Autore: Stefania Di Palma
Relatore: Renato Grimaldi
Università: Università degli Studi di Torino
Facoltà: Dipartimento di Filosofia e Scienze della Educazione
Corso: Laurea Magistrale in Scienze pedagogiche
Data di Discussione: 18/11/2020
Voto: 110 cum laude
Disciplina: Metodologia della ricerca sociale
Tipo di Tesi: di Ricerca
Altri Relatori: Giovanni Onore
Lingua: Italiano
Grande Area: Area Umanistica
Dignità di Stampa: Si

Descrizione:
Analisi quantitativa della banca dati del servizio di adozioni a distanza della Fondazione Otonga e riflessioni pedagogiche.

PubbliTesi - La Tesi
Verso un’analisi filologica completa del De constantia sapientis. Un fascio di luce nella “giungla” dei recentiores

Scheda Sintetica

Autore: Veronica Revello
Relatore: Ermanno Malaspina
Università: Università degli Studi di Torino
Facoltà: Dipartimento Studi umanistici
Corso: Laurea Magistrale in Filologia, letterature e storia dell’antichità
Data di Discussione: 23/11/2020
Voto: 110 cum laude
Disciplina: Filologia latina
Tipo di Tesi: di Ricerca
Lingua: Italiano
Grande Area: Area Umanistica
Dignità di Stampa: Si

Descrizione:
Analisi filologica del De constantia sapientis di Seneca attraverso la descrizione paleografico-codicologica e la collazione integrale non solo dei testimoni comunemente impiegati dagli editori per la constitutio textus, ma anche di sei recenziori inediti. In particolare, il lavoro ha due obiettivi principali: da un lato la definizione di una serie di lezioni-guida che permettano di classificare i manoscritti inediti alla classe β o γ (tenendo come riferimento la proposta stemmatica bifida di L.D. Reynolds), dall’altro lato la collocazione precisa di questi manoscritti all’interno dello stemma codicum da me elaborato.

Grado di Innovazione:
A mio modesto giudizio, la mia tesi risulta innovativa su tre livelli: in primo luogo, la collazione dei recenziori mi ha permesso di retrodatare a dei codici quelle che si consideravano congetture di umanisti o studiosi ed editori moderni, in secondo luogo, presento uno stemma codicum decisamente più preciso per il De constantia sapientis – non sovrapponibile tout court a quello degli altri Dialogi senecani –, infine, riesco a sfatare il mito di una constitutio textus per così dire intoccabile, ...

PubbliTesi - La Tesi
IMPARARE ATTRAVERSO LA ROBOTICA EDUCATIVA Uno studio sul campo per scoprire le potenzialità di e.DO sulle soft skills degli studenti

Scheda Sintetica

Autore: Cristina Fasano
Relatore: Renato Grimaldi
Università: Università degli Studi di Torino
Facoltà: Dipartimento di Filosofia e Scienze della Educazione
Corso: Laurea Magistrale in Scienze pedagogiche
Data di Discussione: 18/11/2020
Voto: 110 cum laude
Disciplina: Metodi avanzati per la ricerca sociale
Tipo di Tesi: Sperimentale
Altri Autori: Chiara Orbisaglia
Lingua: Italiano
Grande Area: Area Umanistica
Dignità di Stampa: Si
In Collaborazione con: Fondazione Agnelli, Comau
Settori Interessati: Settori educativi, didattici, tecnologici

Descrizione:
La seguente ricerca è volta ad indagare, attraverso uno studio sul campo, l’impatto dell’educazione robotica sulle soft skills di 1745 studenti di età compresa tra gli 8 e i 19 anni, coinvolti in un’esperienza di didattica innovativa presso il Laboratorio Combo, realizzato dalla Fondazione Agnelli in collaborazione con Comau. Tale indagine si focalizza sull’analisi delle seguenti soft skills: attenzione, collaborazione, autonomia e problem-solving. Le attività svolte riguardano l’ambito matematico e tecnologico e sono condotte attraverso l’utilizzo di e.DO, un robot open-source interattivo e flessibile progettato dalla Comau con scopi educativi. Lo scopo è quello di utilizzare e.DO come mezzo per indagare cosa implica, per gli studenti, sperimentare una metodologia didattica improntata sull’educazione robotica e per comprendere se, attraverso quest’ultima, riescono a incrementare le soft skills prese in considerazione.

Grado di Innovazione:
A mio parere, il seguente studio può essere considerato un contributo alla letteratura sulla robotica educativa in quanto si tratta di una delle prime volte in cui vengono analizzati e discussi dati raccolti durante attività didattiche svolte attraverso l’utilizzo di e.DO, all’interno di un contesto innovativo di apprendimento. Tale indagine ha dimostrato che la robotica educativa possiede molte potenzialità nel campo della didattica. Per tanto, io e la mia collega Chiara Orbisaglia, auspichiamo ...

 
Per ulteriori informazioni sulle Tesi presentate in questo sito sotto forma di Schede Sintetiche Accededere all’Area Riservata o Registrarsi.

Informazioni aggiuntive