Schede sintetiche

Tutte le Schede per data decrescente di discussione (suddivisione per Area, nei sottomenù)

PubbliTesi - La Tesi
Studio clinico sperimetale sulla correlazione tra acidi grassi poliinsaturi e sviluppo del tumore del colon

Scheda Sintetica

Autore: Raffaella Napoletano
Relatore: Antonio Mussa
Università: Università degli Studi di Torino
Facoltà: Facoltà di Medicina e Chirurgia
Corso: Laurea Spec. a Ciclo Unico in Medicina e Chirurgia
Data di Discussione: 21/03/2006
Voto: 106
Disciplina: Oncologia medica
Tipo di Tesi: Sperimentale
Lingua: Italiano
Grande Area: Area Sanitaria
Dignità di Stampa: Si
In Collaborazione con: Patologia Generale dell’Università degli Studi di Torino
Settori Interessati: Scientifico-sperimentali in campo oncologico, dietologico.

Descrizione:
E’ ormai noto che fattori dietetici e ambientali sono chiamati in causa come responsabili dello sviluppo del tumore del colon-retto in una percentuale variabile dall’85% al 90%.
Evidenze epidemiologiche e sperimentali mostrano che tali fattori, hanno un impatto sul processo di cancerogenesi nel colon soprattutto negli stadi iniziali.
Andando ad analizzare il contenuto di acidi grassi e dei fosfolipidi (FL) cellulari e del plasma di soggetti colpiti da neoplasia del colon e al contempo alcuni parametri correlati con la proliferazione cellulare e l’apoptosi si potrebbero rilevare delle variazioni nel contenuto di questi che potrebbero essere alla base del processo di cancerogenesi.

Grado di Innovazione:
Questo studio mostra dei risvolti interessanti sul comportamento delle cellule tumorali del colon e sul potenziale ruolo preventivo-terapeutico di una dieta ponderata.

PubbliTesi - La Tesi
La reinnervazione sensitiva nella cute trapiantata nel grande ustionato. Analisi morfologica con metodo immunoistochimico

Scheda Sintetica

Autore: Enrico Maria Zingarelli
Relatore: Giovanni Bocchiotti
Università: Università degli Studi di Torino
Facoltà: Facoltà di Medicina e Chirurgia
Corso: Laurea Spec. a Ciclo Unico in Medicina e Chirurgia
Data di Discussione: 21/03/2006
Voto: 103
Disciplina: Chirurgia Plastica e Ricostruttiva
Tipo di Tesi: Sperimentale
Altri Relatori: Maurizio Stella, Gian Carlo Panzica
Lingua: Italiano
Grande Area: Area Sanitaria
Dignità di Stampa: Si

Descrizione:
Nel corso di interventi di chirurgia plastica ricostruttiva, sono state raccolte 10 biopsie cutanee da pazienti adulti ustionati, sottoposti ad intervento chirurgico con:
· innesto dermo-epidermico su fondo escisso;
· innesto dermo-epidermico su fondo di Integra®;
· cheratinociti autologhi coltivati innestati su fondo escisso.
Quando la severità delle ustioni l’ha consentito, è stata inoltre eseguita una biopsia di controllo di cute sana, prelevata da un sito adiacente non coinvolto dall’ustione.
I pazienti, prima di essere sottoposti al prelievo bioptico, sono stati esaminati dal punto di vista estesiologico con i seguenti test clinici.
Sulla base dei dati estesiologici a ciascun paziente è stato assegnato uno score sensitivo secondo lo schema di Zackary e Holmes che suddivide i risultati in 5 classi, in base ai diversi test di sensibilità e alla presenza o meno di iperestesie.
I campioni prelevati sono stati analizzati con metodo immunoistochimico, media ...

PubbliTesi - La Tesi
Approccio percutaneo al trattamento della malattia coronarica diffusa multivasale nei pazienti diabetici tipo II insulino trattati: risultati a lungo termine

Scheda Sintetica

Autore: Alfonso Gambino
Relatore: Imad Sheiban
Università: Università degli Studi di Torino
Facoltà: Facoltà di Medicina e Chirurgia
Corso: Laurea Spec. a Ciclo Unico in Medicina e Chirurgia - Sede di Orbassano
Data di Discussione: 20/03/2006
Voto: 105
Disciplina: Cardiologia
Tipo di Tesi: Sperimentale e di Ricerca
Lingua: Italiano
Grande Area: Area Sanitaria
Dignità di Stampa: Si

Descrizione:
Abbiamo valutato il follow up di una popolazione di 51 pazienti diabetici con lesioni coronariche multivasali diffuse (lunghezza>20mm) che avevano effettuato presso il nostro Dipartimento una procedura di angioplastica coronarica con il posizionamento di stent tra l’agosto del 2002 e il dicembre 2004. La popolazione era composta da 27 maschi e 24 femmine, sono stati posizionati un totale di 181 stent con una media di 3,5 stent/paziente. Il 64% dei soggetti ha ricevuto un trattamento esclusivo con stent convenzionali.Si sono verificati un totale di 14 decessi, 8 per cause cardiache;13 dei 14 decessi totali e tutti i decessi per cause cardiache si sono verificati nel gruppo di pazienti trattati con stent convenzionali.6 dei 7 IMA che si sono verificati durante il foolow-up hanno riguardato pazienti trattati con stent convenzionali.

PubbliTesi - La Tesi
Prevalenza e fattori di rischio del morbo di Paget

Scheda Sintetica

Autore: Simona Bergui
Relatore: Giancarlo Isaia
Università: Università degli Studi di Torino
Facoltà: Facoltà di Medicina e Chirurgia
Corso: Medicina e Chirurgia (V.O.)
Data di Discussione: 13/03/2006
Voto: 110 cum laude
Disciplina: Medicina Interna
Tipo di Tesi: Sperimentale
Lingua: Italiano
Grande Area: Area Sanitaria
Dignità di Stampa: Si

Descrizione:
La mia tesi he descritto la prevalenza del morbo di Paget nella città di Torino tramite lo studio di radiografie addominal i(mostrano le localizzazioni più frequenti di malattia) effettuate in periodi diversi.
Inoltre sono stati descritti i probabili fattori di rischio di malattia, quali la residenza in zone rurali e il contatto prolungato con animali da allevamento.
Infine è stata effettuata un’analisi mutazionale che ha rilevato la presenza di mutazioni specifiche tra i casi familiari di malattia.

Grado di Innovazione:
La mia tesi è innovativa per quanto riguarda il morbo di Paget

 
Per ulteriori informazioni sulle Tesi presentate in questo sito sotto forma di Schede Sintetiche Accededere all’Area Riservata o Registrarsi.

Informazioni aggiuntive