Valutazione attuale:  / 3
ScarsoOttimo 

PubbliTesi - La Tesi
L’Elegia di madonna Fiammetta tra Ovidio, Levio ed Euripide

Scheda Sintetica

Autore: Elena Lava
Relatore: Barbara Zandrino
Università: Università degli Studi di Torino
Facoltà: Facoltà di Lettere e Filosofia
Corso: Laurea Spec. in Letteratura, Filologia e Linguistica Italiana
Data di Discussione: 18/07/2008
Voto: 110 cum laude
Disciplina: Letteratura Italiana
Lingua: Italiano
Grande Area: Area Umanistica
Dignità di Stampa: Si

Descrizione:
Nel lavoro che ho svolto mi sono concentrata sull’analisi di alcune fonti classiche che ho riscontrato nell’Elegia.Si sa per certo che il Boccaccio conoscesse accuratamente le Heroides di Ovidio e che le avesse utilizzate come fonte principale nella stesura della sua opera.
I critici e gli studiosi si sono, però, concentrati perlopiù sulle lettere di Didone ad Enea e di Elena a Paride per mostrare punti di somiglianza e di diversità. In questa tesi, invece, ho voluto dimostrare come la lettera XIII, scritta da Laodamia al suo sposo Protesilao, abbia in realtà moltissimi elementi comuni alla vicenda dell’Elegia, e come sia possibile rilevare in questo testo latino la presenza di altri due autori antichi: Levio ed Euripide.La mia analisi ha dimostrato, inoltre, come siano riscontrabili coincidenze anche tra questi due testi e l’Elegia del Boccaccio, coincidenze che sono il frutto dell’intermediazione di Ovidio.

Grado di Innovazione:
A mio parere innovativa per quanto riguarda l’analisi della citazione e rielaborazione di un mito classico nell’opera del Boccaccio.

 
Per ulteriori informazioni sulle Tesi presentate in questo sito sotto forma di Schede Sintetiche Accededere all’Area Riservata o Registrarsi.

Informazioni aggiuntive