Valutazione attuale:  / 2
ScarsoOttimo 

PubbliTesi - La Tesi
Echi danteschi nella poesia dannunziana

Scheda Sintetica

Autore: Domenico Fadda
Relatore: Clara Leri
Università: Università degli Studi di Torino
Facoltà: Facoltà di Lettere e Filosofia
Corso: Laurea Spec. in Letteratura, Filologia e Linguistica Italiana
Data di Discussione: 11/11/2019
Voto: 110 cum laude
Disciplina: Letteratura italiana III
Tipo di Tesi: di Ricerca
Lingua: Italiano
Grande Area: Area Umanistica
Dignità di Stampa: Si

Descrizione:
Nel capitolo I viene preso in esame il culto della figura di Dante nella seconda metà del XIX secolo, insieme alla tematica della sua diffusa influenza sulle opere di d’Annunzio. A seguire, un paragrafo è dedicato a Francesca da Rimini, mentre la sezione conclusiva del capitolo si sofferma sull’interesse di d’Annunzio per il mondo medievale. Il capitolo II è dedicato alla ricerca delle presenze dantesche nelle seguenti opere dannunziane: Primo vere, Canto novo, Intermezzo, L’Isottèo, La Chimera, Elegie romane, Poema paradisiaco. Segue, nel capitolo III, l’individuazione delle cantiche e dei canti danteschi più ricorrenti nelle opere trattate, mentre nel capitolo IV vengono considerate le opere dantesche, recanti segni di lettura, custodite al Vittoriale degli Italiani.

 
Per ulteriori informazioni sulle Tesi presentate in questo sito sotto forma di Schede Sintetiche Accededere all’Area Riservata o Registrarsi.

Informazioni aggiuntive