• Stampa
Valutazione attuale:  / 4
ScarsoOttimo 

PubbliTesi - La Tesi
Il Caso di Bruno Contrada

Scheda Sintetica

Autore: Vittorio Cerasani
Relatore: Giorgio Licci
Università: Università degli Studi di Torino
Facoltà: Facoltà di Giurisprudenza
Corso: Laurea Spec. in Giurisprudenza
Data di Discussione: 26/04/2019
Voto: 110 cum laude
Disciplina: Antropologia giuridica e criminologica
Tipo di Tesi: Sperimentale
Altri Relatori: Mario Deganello
Lingua: Italiano
Grande Area: Area Sociale
Dignità di Stampa: Si
Settori Interessati: Giuridico, antropologico, storico, giornalistico

Descrizione:
«Il caso di Bruno Contrada – arrestato alla vigilia di Natale del 1992, condannato in via definitiva per concorso esterno in associazione mafiosa nel 2007 e, infine, riabilitato dalla Corte di Cassazione il 7 luglio del 2017 con la revoca della condanna per effetto della pronuncia della Corte Europea per i Diritti dell’Uomo – rappresenta una delle vicende più ambigue e controverse di quella stagione della storia d’Italia in cui lo scontro tra Stato italiano e Cosa Nostra si fece più aperto e cruento che mai.
Sono gli anni delle stragi di Capaci e Via d’Amelio, gli anni in cui per la prima volta, agli occhi del mondo, la mafia abbandona la Sicilia e fa esplodere le sue bombe a Firenze, a Roma e a Milano; sono gli anni di quella che, oramai, sembra esser stata a tutti gli effetti una “trattativa” tra uomini delle Istituzioni e capi di Cosa Nostra per far cessare gli attentati stragisti sulla penisola in cambio di un certo “ammorbidimento” dello Stato nel contrasto alla criminalità orga ...