Valutazione attuale:  / 3
ScarsoOttimo 

PubbliTesi - La Tesi
Il linguaggio dei formanti. Un’analisi comparatistica

Scheda Sintetica

Autore: Giorgia Moretto
Relatore: Giorgio Licci
Università: Università degli Studi di Torino
Facoltà: Facoltà di Giurisprudenza
Corso: Giurisprudenza (V.O)
Data di Discussione: 22/09/2020
Voto: 110 cum laude
Disciplina: Diritto Penale Comparato
Tipo di Tesi: Tesi di Ricerca
Altri Relatori: Mario Deganello, Giulia Mantovani
Lingua: Italiano
Grande Area: Area Sociale
Dignità di Stampa: Si
Settori Interessati: Settori culturali, filologici, storici e legali

Descrizione:
La tesi confronta il linguaggio penalistico di Francia, Germania, Italia e Inghilterra attraverso i filtri epistemologici della scienza comparatistica.
L’analisi prende le mosse dalla definizione di linguaggio e delinea le principali caratteristiche delle famiglie penalistiche europee. Si accenna alle leggi del diffusionismo che regolano la circolazione dei modelli penalistici tra le famiglie stesse.
La trattazione prosegue dedicando ad ogni formante - in particolare quello sapienziale, quello legale e quello giurisprudenziale – una disamina storico comparativa, che mette in luce in ruolo ricoperto da ciascuno di questi nel Paese di appartenenza. Le differenze riscontrate tra i linguaggi dei diversi Paesi analizzati pongono in luce le difficoltà nel perseguire il sogno di progettare almeno la parte definitoria di un codice penale modello, sulla falsariga del Codigo Penal Tipo del Mercosur o del Model Penal Code statunitense per tutta l’area europea.

Grado di Innovazione:
A mio giudizio si tratta di una tesi di ricerca che mette a confronto in modo nuovo e approfondito i linguaggi penalistici di quattro Stati che presentano caratteristiche estremamente differenti tra loro

 
Per ulteriori informazioni sulle Tesi presentate in questo sito sotto forma di Schede Sintetiche Accededere all’Area Riservata o Registrarsi.

Informazioni aggiuntive